Yoga da ufficio e Smart working

Yoga da ufficio smart working con Rossella Forastiero

Cos’è lo Yoga da ufficio e da smart working?

È uno stile di Yoga rivolto a tutte le persone che passano tante ore seduti per lavoro da ufficio ed aiuta ad alleviare e migliorare le conseguenze negative sia fisiche che mentali che ne derivano dopo aver speso ore, giorni, mesi, anni alla scrivania. Io lo definisco un self-care break una ricarica di energia per un benessere fisico e mentale.

Sono sempre più in crescità le corporate che mettono a disposizione questo wellness break per i loro dipendenti e dirigenti per garantire una mente lucida e giornate di lavoro più produttive. 

Così come per le aziende, anche i freelance nutrono sempre di più l’esigenza di ritrovare il focus, la creatività e di stabilire un balance vita personale – lavoro prendendosi cura della salute fisica e mentale durante il lavoro. 

Come si pratica? Online su zoom. Si pratica alla scrivania, da seduti, alcune pose anche in piedi in piedi e se è consentito, in caso di luoghi di lavoro condivisi, anche sul pavimento con l’utilizzo del tappetino ma non è una regola.

Quanto dura una pratica? Dipende dal tempo a disposizione e dalla struttura della sessione, in genere varia dai trenta minuti a cinquanta- sessanta minuti.

Chi può praticarlo? Tutti! Ma proprio tutti, anche chi non ha mai approcciato allo yoga o ad altre discipline sportive. 

Cosa serve per la pratica? Nulla di specifico, può essere praticato con i vestiti indossati per l’ufficio poi se si vuole una pratica diversa ci si accorda su cosa serve. 

E se non posso partecipare? Meeting dell’ultimo minuto? No problem! Registro la classe che ti mando e puoi praticare appena ti puoi concedere il tuo break

Come posso ed avere informazioni ed iscrivermi alle classi? Semplicemente cliccando il link che segue.

 

CORPORATE – AZIENDE

Non ci sono limiti di partecipanti. Invia la tua richiesta per ricevere maggiori informazioni ed un preventivo. 

FREELANCE

Se sei un libero professionista puoi scegliere di praticare singolarmente o creare un gruppo con altri freelance. 

Leggi la mia intervista su D.LA REPUBBLICA